Inizio pagina - Home - Contattaci - Menu - Contenuto Pagina - Menu di Servizio

Associazione Pro Loco Faedis
 
contenuto pagina
Tu sês in: Pro Loco Faedis / Ce ufrissial il Teritori / Trois e Itineraris / Itineraris tra Art e Storie

ITINERARIS TRA ART E STORIE DAL COMUN DI FAEDIS

Arte a Faedis

L’itinerari che o proponìn al è un percors ipotetic tra lis bielecis artistichis e storichis plui sugjestivis dal comun di Faedis. Si scomence de gleseute di Sante Marie Madalene, sore di Gradiscjute, li che si rive dome a traviers di un troi che si cjate tra i boscs. Dopo si passe a la gleseute di Sante Eline, pôc lontan, fate sù a cualchi metri de beorcje par Cuesteplane.

De gleseute di Sante Eline si va jù fintremai a rivâ a la imbocjadure dal troi che al mene ai Cjistiei di Çuc e di Cucagne in Borc Sante Anastasie, che al cjape il non di une antighe glesie che cumò no je plui. Il troi che si percor par rivâ ai cjistiei al è chel origjinâl tirât sù tal periodi des costruzions dai cjistiei. Dai cjistiei, continuant pai boscs, si pues rivâ al Cjistiel di Partistagn, sore dal Borc Faris in comun di Atimis, il Cjistiel al jere tra i possediments de famee Cucagne. Finide la visite ai cjistiei si continue pe gleseute di Sant Pieri, un bombon dal patrimoni artistic di Faedis. L’edifici al è logât tal interni dal borc omonim.

A cualchi centenâr di metris di distance o cjatìn la gleseute di Sant Roc, (in timp dai lavôrs di restaur al è saltât fûr un afresc dal 1300-1400, de scuele Vidâl di Bologne, figurant un cicli di pituris dedicadis a Sant Zorç, li che in origjin e jere dedicade la glesie). Il troi che al mene a la gleseute si lu cjape in principi di Vie Tarcint. Se si à voie si pues fermâsi te glesie parochiâl di Sante Marie Assunte, li che al è custodît il biel altâr di len dal ‘500, che un timp al jere logât te gleseute di Sant Pieri. A chest pont si pues sielzi se lâ prime a Roncjis, li che si cjatin lis Vilis Freschi e Partistagn, o pûr indreçâsi viers Cjampei (fermantsi prin a Cuelvilan a visitâ la gleseute di Sante Marie) par visitâ Vile Accordini, rescj dal Cjistiel di Sofumberc, li che si rive a traviers Vie Castelane che si cjape da la strade comunâl che e puarte a Rascjà.

L’ecuipagjament conseât al consist intune monture sportive e scarpis di gjinastiche, viodûts i trois che si àn di frontâ par rivâ in cualchi lûc. La maiôr part dal percors al è su strade, duncje si pues praticâ cence nissun probleme ancje cul automobil, ma par chei che a àn miôr la escursion e pues jessi fate ancje in biciclete o cu la mountain-bike.

Chest itinerari, come che o vin scrit te introduzion, al à di particolarmentri interessant par vie che si pues fermâsi tes numerosis cantinis dal comun, (metintsi prime in contat cui produtôrs) o pûr in cualchi locâl par gustâ la buine cusine furlane e no.